fb Voto 7  <Recensioni>

Ritratto di F. Veridnois

Le due mogli (Racconto)

di Federigo Verdinois

dai "Racconti inverisimili di Picche"

Autore italiano 1844/1927

Casa Editrice Artistico-Letteraria 1886

 


Federigo Verdinois è stato un giornalista ed un traduttore affermato, nonché autore di alcuni racconti tra cui “Le due mogli” che qui propongo. Non è una storia di gran pregio, ma mi interessavano due temi ch’egli approfondisce: il perdono tra fratelli e la lontananza.

Quando ci sono di mezzo il rancore e l’orgoglio, spesso le strade si dividono, difficilmente s’incrociano di nuovo, quindi mi piace l’idea della riconciliazione tra fratello e sorella così ben descritta da Verdinois.

La storia è incentrata su tutt’altro argomento, la domanda che l’autore fa porre ai suoi protagonisti è: “Credete nell’esistenza dell’anima?” Attraverso l’aneddoto raccontato dal medico alla sua giovane paziente, viene data testimonianza di un fatto stranissimo che farebbe pensare, non solo all’esistenza dell’anima, ma alla possibilità che i nostri cari defunti si presentino a noi per aiutarci in momenti molto delicati.

Un racconto misterioso, dunque, dove anche i sentimenti vengono giustamente valorizzati ed in cui il tema del “rimpianto” si evidenzia nell’epilogo. E’ un’esortazione a non aspettare il trascorrere del tempo prima di rappacificarsi e, soprattutto, nella malaugurata ipotesi che sia, ormai, troppo tardi per ritrovarsi.

Il racconto è in questo eBook che ho realizzato nel 2012 e in cui l'indirizzo di florybrowntour.it non è aggiornato.
Se ci sono problemi di visualizzazione cambia browser o visita la Sala di Lettura di Scribd.

 

© Flory Brown