fb Il mio Voto: 9

<Recensioni>

• << • Su • >> •

Trenta giorni di buio - Film Horror
puntoJosh Hartnett e Melissa George
puntoFilm per tutti
puntoRegia di David Slade - 2007
 

Il film è ambientato in un paesino situato nel punto più a nord dell'Alaska, dove la notte artica dura, appunto, trenta giorni. Flagellato da bufere di neve, immerso nelle fredde temperature polari difficilmente sopportabili da qualunque essere umano, diviene terreno di caccia per terribili e potenti creature dalla difficile classificazione.

Per gran parte del film mi sono chiesta chi o cosa fossero, donde venissero e perché fossero così immensamente crudeli. Solo a metà del secondo tempo si riesce ad intuire la sconcertante verità, che contribuisce a rendere la storia ancor più terrificante, oltre ad insinuare il debole sospetto che questi esseri si nascondano veramente in luogo remoto del nostro pianeta.

L'inquietudine cresce pian piano poi, all'improvviso, diventa terrore puro che, non solo coinvolge gli innocenti abitanti ormai quasi decimati, ma altresì lo spettatore, teso fino allo spasimo nella sua comoda poltrona.

Il "capo" dei cattivi ha un aspetto molto minaccioso, scelto con cura per la sua espressione pensosa e determinata, è una carismatica creatura che non nutre alcuna pietà. Fa un certo effetto anche il linguaggio ch'egli usa con i suoi accoliti, gutturale, ricco di schiocchi e sempre gentilmente tradotto nei sottotitoli per metterci al corrente del suo diabolico piano.

L'attore protagonista, Josh Hartnett, è un bel giovane presente nella cinematografia da diversi anni; in continua crescita, penso possa raggiungere una notevole maturità recitativa. Nel complesso tutti gli attori sono all'altezza delle aspettative, non mettono in ridicolo né le vittime né i carnefici, come succede in certe proiezioni, evitando di esagerare con l'interpretazione.

E' un film molto bello, ma sconsiglio la visione a chi è facilmente suggestionabile, specie nel cuore della notte, quando è già difficile addormentarsi senza immaginare un mostro spietato nascosto nell'ombra...

 

© Flory Brown