fb Il mio Voto: 10

<Recensioni>

• << • Su • >> •

Invictus - L'invincibile      Film Drammatico
puntoMorgan Freeman e Matt Damon
puntoFilm per tutti dal libro "Playing the Enemy" di John Carlin
puntoRegia di Clint Eastwood - 2009
 

Questo è il secondo film in cui posso conoscere la vita e le opere di Nelson Mandela, il presidente sudafricano dal quale tutti dovremmo prendere esempio. La sua fede è nel perdono, nella capacità di riavvicinarsi al fratello che ci ha ferito, comprendendo che è nella conoscenza reciproca e nella condivisione che germoglieranno i semi della moderna civiltà.

L'episodio a cui si riferisce il film è il torneo mondiale di rugby del 1995 in cui la squadra sudafricana, odiata dagli abitanti di colore, tenta di guadagnare la prestigiosa coppa dorata.

Nelson, detto Madiba dalla tribù a cui appartiene, comprende quanto sia necessario unire bianchi e neri in una sola fede, per iniziare a ricostruire il paese e cosa potrebbe spingerli a socializzare se non l'amore per la la loro squadra, impegnata in una prova che sembra insormontabile? L'orgoglio nazionale è un motore potente, capace di mutare il volto di un popolo in declino così Madiba, che per pura casualità detesta il rugby, si appassiona alle vicende sportive ed allestisce un piano per renderle più gradite alla popolazione di colore.

Molti sono i momenti di tensione razziale, seppure non esacerbati, così come quelli che suscitano il sorriso, mentre il tutto è presentato con il garbo tipico dei film diretti dal geniale Clint Eastwood.

A parte la bellezza della storia che è indiscutibile, la pellicola offre diversi spunti di riflessione, una lezione di saggezza che andrebbe impartita in ogni luogo civile: dalle scuole ai locali pubblici, dalle famiglie alle associazioni, per spiegare il valore del perdono e della fratellanza, sovente predicati ma disattesi ancor più spesso.

Un film importante, dunque, didattico, avvincente e spiritoso, un promemoria che andrebbe riproposto, di tanto in tanto, perché l'uomo facilmente dimentica i suoi buoni propositi.

 

© Flory Brown