P-01 - Modi di Dire, Proverbi - Significato -
fb Indici  <A-F>   <G-Z>   <Il tempo> 


 

Passare la notte in bianco 

Vuol dire "trascorrere una notte insonne" e probabilmente trae origine dalle usanze degli antichi ordini cavallereschi.

 A quei tempi chi desiderava diventare Cavaliere doveva purificarsi per prendere parte alla cerimonia d'investitura che comprendeva il giuramento al Signore, la vestizione e la consegna della spada. Egli doveva prima coprirsi con una semplice veste bianca adorna di simboli religiosi, quindi recarsi in un luogo sacro per passarvi una notte solitaria dedicandosi alla meditazione ed alla preghiera e senza mai cedere al sonno.

Per filo e per segno 

Questo modo di dire significa "con precisione" ed ha origine dal mestiere degli imbianchini di un tempo, abituati ad eseguire bordi perfetti con un metodo semplicissimo. Stendevano un filo ben tirato sul muro e intinto in una polvere colorata; afferrandolo e lasciandolo andare di colpo lasciava l'impronta del colore sulla parete così da definire due diverse decorazioni.

Pescare nel torbido 

Approfittare di situazioni confuse o ambigue per ricavare vantaggi discutibili. Ha evidentemente origine da un comportamento tipico del pescatore, il quale conosce bene l'abitudine dei pesci di fermarsi a riposare in anse del fiume, dove le acque sono più calme e limacciose, quindi torbide. La frase ha origine dal drammaturgo di origine greca Aristofane.

Piantare baracca e burattini 

Troncare tutto improvvisamente, non rispettando gli impegni e, spesso, lasciando nei guai il prossimo. Il detto si riferisce al teatro che passava, di piazza in piazza, fin dal XVI secolo per allietare bambini e adulti, quello dei simpatici burattini, sopravvissuti fino ai giorni nostri.
Il burattinaio si nasconde sotto il palco, infila le dita nei burattini per animarli e raccontare le loro avventure. Nel passato l'appuntamento era atteso con impazienza, allora non esistevano molti svaghi, quindi è facile immaginare la grande delusione del pubblico, ansioso di divertirsi, se il burattinaio avesse deciso di andarsene senza preavviso alcuno!
Allo stesso modo, nella vita di tutti i giorni, può succedere di voler annullare un lavoro, un gioco, un matrimonio senza le dovute cautele, tutelando i sentimenti e le necessità di chi vi è coinvolto.

Povero in canna

 

Si dice di qualcuno in grave indigenza e si riferisce alla canna comune che cresce vicino agli specchi d'acqua. E' dotata di un alto fusto legnoso, di una fioritura a pennacchio ed è diffusa lungo tutto il bacino del mediterraneo. Fin dai tempi antichi è considerata la pianta più povera del regno vegetale perché cresci in terreni incolti, la sua canna è completamente vuota e non produce frutti commestibili. E' citata nei Vangeli e, nell'iconografia antica, era considerata simbolo di sottomissione e miseria.

 

Vai