Modi di Dire sul Natale, Proverbi - Significato
fb Indici  <A-F>   <G-Z>   <Il tempo> 


 

Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi 

Babbo Natale ha in braccio la giovane rennaNon se ne conosce l'origine, ma c'è da dire che la Sacra Famiglia è senz'altro d'ispirazione a questo proverbio perché invita a celebrare i legami affettivi tra parenti.
Nella storia di Gesù, poi, si parla del convivio pasquale in compagnia degli amici, ma non è certo che l'episodio abbia avuto una qualche influenza.
Il proverbio si è diffuso intorno agli anni 1953-1954 in un periodo di boom economico: l'ipotesi è che si volessero accontentare le esigenze di libertà dei giovani, desiderosi di altre compagnie ed esperienze.
La Pasqua, inoltre, coincide con l'annunciarsi della primavera che richiama al contatto con la natura per socializzare e liberarsi dalla pigrizia dell'inverno.
Pubblicazione: 24dic15

Natale al balcone e Pasqua al tizzone 

Finestra decorata di NataleIl proverbio si riferisce al tempo meteorologico, al clima: se il Natale è assolato e invita ad affacciarsi al balcone, allora Pasqua sarà fredda e si dovrà sostare al caldo del braciere con i tizzoni ardenti.
Nei proverbi sul clima s'incontra spesso questa specie di 'legge della compensazione': le cose, infatti, non possono seguire sempre le stesse regole, gli eventi troveranno un equilibrio presentandosi ora in un modo, ora nell'esatto contrario, così che tutte le variabili trovino la loro espressione.

Pubblicazione: 24dic15

Natale con il sole, Pasqua col tizzone
Chi fa Natale al sole, fa Pasqua al fuoco (del tradizionale caminetto)

Natale verde, Pasqua bianca (il verde dei prati soleggiati e il bianco della neve)

Se nevica a Natale, non nevica a Pasqua Il proverbio al contrario, nel caso nevichi anziché fare bel tempo.

Fino a Natale né freddo né fame, da natale in là freddo e fame in quantità 

Tacchino al fornoIl proverbio fa riferimento ai tempi antichi, quando scarseggiavano i soldi e le provviste alimentari durante l'inverno.
 
Fino a Natale, infatti, la dispensa era piena, ma i vivere iniziavano pian piano a diminuire fino a diventare insufficienti dopo le festività aggiungendo, al freddo pungente, anche lo spettro della fame.

Pubblicazione: 26dic15

 

Vai