'La principessa sul pisello' fiaba illustrata, nuova versione.
fb Fiaba di Hans C. Andersen
 

 

La Principessa sul pisello
 Nuova e inedita versione a cura di Flory Brown

La Principessa giunge a corte

Linea blu con faccina animata

 

C'era una volta un Principe che sognava una Principessa con cui unirsi in matrimonio, ma doveva essere una vera principessa, una fanciulla di sangue blu.

Egli se ne andò per il mondo e incontrò molte giovani che vantavano nobili natali, eppure nessuna riuscì a convincere il bel principe d'affermare il vero. Dopo qualche tempo, egli tornò, mestamente, alla reggia, ormai rassegnato al suo triste destino.

Una sera s'annunziò un temporale: lampeggiavano i fulmini, il tuono brontolava e, subito, cadde una pioggia torrenziale, mai si era vista una bufera di cotanta violenza!
Improvvisamente, qualcuno bussò al portone del castello ed, il vecchio Re, s'affrettò ad aprire.

Vide una bellissima fanciulla che affermava d'essere una Principessa, ma non ne aveva l'aspetto per via della pioggia che, gocciolando sui capelli ed i vestiti fradici, la rendeva pallida e tremante. Il Re l'invitò ad entrare per riscaldarsi e, di nuovo, ella si presentò col titolo di Principessa.

"Adesso lo scopriremo!" pensò la vecchia Regina, ma non disse niente. Andò nella camera destinata alla giovane, tolse tutte le coperte dal letto, vi mise un semplice pisello e, sopra, venti materassi e venti piumini.

La principessa è sul letto, ma non riesce a dormire.

Quando venne l'ora, la Principessa fu accompagnata vicino al letto, vi si coricò ma, per quanto fosse sfinita dalla stanchezza, non riuscì a prendere sonno.
Da qualunque parte si rigirasse, s'accorgeva che qualcosa le impediva di dormire.

L'indomani mattina, il Re, la Regina ed il Principe, bussarono alla porta, le diedero il buongiorno e chiesero come avesse riposato.

"Oh, terribilmente male,", ella rispose, "non ho chiuso occhio per tutta la notte! Dio solo sa quel che c'era nel letto, sono tutt'un livido, ho guardato fra le lenzuola, ma non ho visto nulla."

Il Principe porta fiori alla Principessa

 

Gli illustri ospiti si scambiarono sguardi d'intesa: erano ormai certi che la giovane fosse di stirpe reale, infatti, nonostante i venti materassi e i venti piumini, ella si era sentita a disagio, al pari d'una vera principessa, sensibile e delicata.

Ben presto si celebrarono le nozze, con gran giubilo dei sudditi, mentre il celebre pisello fu messo nella Reale Galleria d'Arte, ancora oggi lo si può ammirare.. sempre che nessuno l'abbia preso.

Ecco, bambini, vi ho raccontato una storia vera, vera come la bella principessa.

 
  • Revisione di testi esistenti: Flory Brown
  • Licenza d'uso: by-nc (attribuzione, no uso commerciale)
  • Pubblicazione 24 Marzo 2017
  • Immagini: Carla Ruffinelli (clicca sulle immagini ingrandibili)

La Principessa sul pisello
(Hans. C. Andersen)
Versione testo - Editing Flory Brown

Vai