Il Coraggio della Paura-1 - Favola da Simone nel Web letta da Flory Brown
fb Origine indefinita Licenza cc  
 


Il coraggio della paura (1
)
 
Fiaba Audiolibro di Flory Brown

Castello giallo in riva al fiume


Ringrazio Simone dal web per avermi permesso di apportare alcune modifiche qua e là, mentre la sua pagina non è più reperibile.
 
Le mie riflessioni su "Il coraggio della paura"   Vai
 

Testo e Audiolibro adattati ai dispositivi mobili

 

In un grande regno che si estendeva a Sud, là dove il Grande Fiume scorre attraverso la giungla, c’era una volta un Re che aveva un unico figlio di nome Samba.

Questo ragazzo crebbe e divenne un principe bello e simpatico che, però, aveva una gran debolezza: infatti aveva paura di tutto! Quando era ancora ragazzo e scappava se sentiva barrire un elefante o vedeva un leoncino appena nato, la gente diceva:
- E’ ancora un bambino. Tutto cambierà dopo la festa che faremo per celebrarne la maggiore età, quando il Re lo dichiarerà suo erede e lo farà diventare comandante in capo all’esercito.
Giunse quel giorno e ognuno sperò che il principe Samba si sarebbe fatto onore perché sovrastava di mezza testa tutti gli altri giovani ed aveva un aspetto ancor più nobile e maestoso di suo padre. Il popolo esclamò:
- Ora saremo sicuri! Quando i briganti neri verranno dalle giungle del Sud il principe Samba ci difenderà e li farà ritornare a casa loro.-
Ma quando i briganti neri giunsero per davvero, il principe Samba si rese irreperibile. Per respingerli il vecchio Re dovette cavalcare personalmente in testa ai suoi guerrieri e quando, dopo pochi giorni, il principe Samba si fece vivo, raccontò una storiella circa un leone che egli avrebbe inseguito fino alla sua tana, ma nessuno gli credette.
Castello rosa

Cominciarono a chiamarlo Samba il Pauroso e in breve tempo gli resero la vita così insopportabile che una mattina il principe si alzò di buon ora, sellò il miglior cavallo delle scuderie di suo padre e si diresse verso Nord in cerca di un paese dove la guerra fosse sconosciuta.

Viaggiò e viaggiò, tremando per la paura degli animali selvaggi che di notte ruggiscono nella giungla e degli uomini malvagi che cavalcano nel deserto in cerca di avventure, finché giunse ad una vasta città che sorgeva oltre il Grande Fiume.

Quando Samba ne ebbe oltrepassata la porta, la principessa si affacciò alla finestra e, appena gli ebbe dato un’occhiata, esclamò:

- Non avevo mai visto un uomo con un aspetto così cavalleresco. Scendete a chiedere di chi si tratta.-

Uno dei servitori andò ad indagare e ritornò dicendo:

- Nobile Principessa, egli è l’erede e l’unico figlio del Re del Sud.-

A queste parole la principessa dichiarò:

- Sposerò lui e nessun altro!-

Principe e Principessa a cavalloPoiché sua figlia aveva già rifiutato molti nobili, sovrani e principi, il Re fu ben contento di acconsentire alle nozze. Ne fu felice anche il principe Samba che si era innamorato a prima vista di quella principessa alta e maestosa. Si sposarono con grandi festeggiamenti e vissero felici per molti anni.

Un giorno la principessa gli disse:

- Come vorrei che tornassero dal Nord quei predoni Mori per una delle loro spedizioni di saccheggio! Tu potresti cavalcare in testa alle truppe di mio padre e conquistare la fama di grande guerriero. Sarei tanto contenta se tutta la città risuonasse dell’eco delle tue nobili gesta.-

E così parlando lo guardava con gli occhi lucenti, palpitando di emozione. Ma la luce le sparì dallo sguardo e un tremito le corse per le membra quando vide che egli si ritraeva, mormorando tutto agitato:

- Non mi parlare più di queste cose! Fu proprio per sfuggire alle battaglie che lasciai il mio paese. Se anche qui ci sarà la guerra, me ne andrò al più presto.-

Senza prenderlo sul serio, sua moglie soggiunse:

- Ti diverti a scherzare con me!-

Ma dal suo sguardo comprese che non aveva nessuna voglia di scherzare.

 

Pag. 1 di 2 - Il coraggio della paura
 Lettura: ©Flory Brown

Vai