fb <Curiosità>  <Scuola di Cucina>

Nuvola Nera e FulmineIl Temporale  Informazioni 

Il temporale si manifesta con un repentino abbassamento della temperatura, vento, pioggia o grandine, fulmini, lampi e tuoni.

Prevedere il temporale

Prima di un temporale l'umidità dell'aria aumenta notevolmente:

-

l'odore delle piante e dei fiori diventa più intenso fino a  quando inizia a piovere, perché le piante si aprono per accogliere le gocce d'acqua.

-

I suoni vengono rinforzati dall'aria carica di umidità e vengono percepiti ad una maggiore distanza .

-

Un'insolita calma nell'aria, con forte caldo e afa a ciel sereno, possono far presagire un temporale

-

Nubi a pecorelle chiare, al di sotto di nuvoloni stratificati, faranno la loro comparsa fin dal primo mattino.

-

Grandi cumuli di nuvole, sopra dorsali montuose, sono il segno evidente di un temporale.

-

Esperienza personale: un insolito e frenetico via vai di uccellini schiamazzanti, come rondini o passeri, indica l'avvicinarsi di un temporale in pianura; nelle zone più isolate della collina o della montagna non è così facile interpretare il comportamento degli uccelli che abitano il bosco.

Il fulmine

Lo scambio di elettricità, fra le nuvole ed il suolo, provoca il fulmine. La dilatazione dell'aria, riscaldata dalla scarica elettrica così prodotta, provoca un forte boato, cioè il tuono.

La velocità della luce è di 300.000 km al secondo, mentre la velocità del suono è pari a 350 metri al secondo. E' per questo motivo che il fulmine compare qualche momento prima del tuono.

I fulmini, molto pericolosi perché si scaricano a terra provocando danni di varia entità, sono più frequenti nella fase iniziale del temporale, mentre i lampi si sviluppano generalmente più tardi.

Quanto è distante il temporale

Visto che il suono viaggia ad una velocità di quasi 350 metri al secondo, se contiamo, ad esempio, 8 secondi dopo un fulmine e prima del tuono, dobbiamo dedurre che il fronte temporalesco si trovi ad una distanza di 2.800 metri (350 x 8 = 2800), cioè a circa tre chilometri.
Arrivati a contare fino a 4-5 secondi, prima di sentire il tuono, è giunto il momento di staccare luce e spina del telefono, meglio non aspettare che si scarichi sulla nostra testa!

La velocità del suono nell'aria cambia a seconda della temperatura: va dai 331,5 m/s con zero gradi centigradi ai 343 m/s nel caso che la temperatura salga fino ai 20°.

Precauzioni e consigli

-

Campeggio in tenda: restare sulla brandina, evitando di toccare le pareti; mettersi seduti, con i piedi uniti e le ginocchia vicine al corpo, il mento appoggiato alle ginocchia e le mani sulle caviglie.

-

Escursioni: diffidare delle grotte, che possono ospitare qualche animale ed allontanarsi dalle pareti rocciose; coprire, con maglioni e giacche a vento, le attrezzature come chiodi, moschettoni e ramponi. Allontanarsi da croci di ferro e pennoni di bandiere.

-

Fonti di calore all'aperto: allontanarsi da greggi e camini spenti, perché il calore dei corpi e degli oggetti è un ottimo conduttore di elettricità.

-

Il fulmine colpisce il corpo che occupa la posizione più alta sull'orizzonte, quindi bisogna evitare le cime, le creste, le guglie, i massi isolati, i rilievi del suolo, gli alberi, hangar metallici e le macchine agricole.

-

In casa: chiudere bene porte e finestre, evitando altresì di utilizzare apparecchi elettrici e telefono.

-

Veicoli: In bicicletta è meglio cercare subito un rifugio. In automobile la gomma delle ruote protegge dalle scariche, quindi non vi è nulla da temere.

©Flory Brown

 

Vai