fb <Curiosità>  <Scuola di Cucina>

Germogli di soiaGermogli di Soia

Per ottenere i germogli, è necessario far germogliare semi di fagioli di soia verde ("mung"), ma possono essere utilizzati anche altri tipi di legumi.

Uso

I germogli di soia vengono consumati in Cina, dove si chiamano "Ya tsai" ed in Giappone ("momi yushi"), tuttavia sono noti anche in occidente, dove numerosi ristoranti orientali ne hanno diffuso la conoscenza.

Hanno una consistenza croccante, sono adatti al consumo crudo, uniti alle classiche insalate e si prestano ad essere saltati in padella. La cottura ideale deve essere piuttosto veloce: cuocere con pochissimo olio, a fuoco molto vivace, mescolando continuamente. Sono reperibili anche nei supermercati dove vengono venduti freschi oppure confezionati in vaschette sigillate.

Proprietà

Hanno un alto contenuto in proteine, 6,2 gr. per 100 gr. di prodotto edibile; inoltre contengono 218 mg. di potassio, 1 mg. di ferro, 22 mg. di calcio, 142 mg. di fosforo ed, in più, le vitamine A, B, E, C.

Kcal

100 gr. di prodotto forniscono 49 calorie (quanto mezza mela grande).

Produzione casalinga e consumo

I germogli devono essere consumati molto freschi; si possono facilmente ottenere in casa ricoprendo un vassoio con una falda di cotone idrofilo, distribuendovi poi uno strato uniforme di fagioli di soia verde e bagnando bene. Per far sì che germoglino rapidamente, occorre sistemare il contenitore, coperto, in un luogo tiepido. Quando i germogli avranno la lunghezza di 2-3 cm., saranno pronti per il consumo.

©Flory Brown

 

Vai