I miei consigli per una Dieta Facile-Flory Brown
fb <Articoli>  <Curiosità>


La mia Dieta Facile

Frutto di studi ed esperienze
©Flory Brown
Pubblicazione: 22-12-08
Revisione: 28-12-15

 

Gatto agli AnelliDimagrire non è una faccenda di poco conto: richiede forza d'animo, perseveranza, fiducia ed un sincero desiderio d'immaginarsi in forma.

Molte sono le astuzie che possono servire allo scopo, anche se bisogna tener conto del proprio carattere, delle abitudini e dell'eredità genetica. Metto perciò a disposizione tutto ciò che ho appreso, esortando le persone a non prendere mai di petto il problema: suggerisco l'aggiramento lento perché trattasi di un  nemico molto furbo ed è importante non lasciarsi prendere dallo sconforto dei primi fallimenti.

Leggi la mia divertente poesia sulla dieta  Vai

Cuoca Furbissima

 

 

I TRUCCHI DELLA DIETA FACILE FB

 

Accelerare il metabolismo per consumare più calorie

  • Al mattino, prima della colazione, fare 10-15 minuti di ginnastica per risvegliare il metabolismo.

  • Praticare regolarmente attività fisica durante la giornata perché, non solo mantiene più alto il metabolismo nelle ore successive, ma impedisce la perdita di massa magra (muscoli) durante la dieta e, con la produzione di endorfine, garantisce il buonumore. Il dimagramento inizia soltanto dopo 20 minuti di attività. La ginnastica aerobica produce più effetti di un esercizio dolce, ma richiede un giusto allenamento e non è consigliabile esagerare.

  • Dopo un certo numero di giorni ad apporto calorico ridotto, purtroppo il fisico si adatta e rallenta il metabolismo per risparmiare energia. Per ovviare a questo inconveniente è importante spezzare la dieta, una volta la settimana, per riportarla intorno alle 1500-1700 kcal (per le donne).

  • Più ingrassiamo più il metabolismo rallenta ed è per questo che è tanto difficile dimagrire. Il grasso, inoltre, induce la produzione di 3 gr. di colesterolo per Kg di sovrappeso, una ferale notizia che dovrebbe convincerci subito a porvi rimedio.

  • Non consumare la cena dopo le ore 20.00 perché il metabolismo inizia il rallentamento serale ed è, quindi, più difficile consumare le calorie ingerite.

  • La carne ha un notevole potere saziante ed occupa per molte ore la digestione; tutte le proteine (carne, pesce, uova, latticini, legumi) accelerano il nostro metabolismo, mentre i cereali (pane, paste, patate, banane) lo rallentano; i grassi saziano, mentre gli zuccheri semplici (dolci, saccarosio) fanno innalzare la glicemia e vengono digeriti in tempi brevi, senza apportare nessun beneficio dietetico e nutrizionale. Alla luce di queste informazioni occorre preparare una dieta equilibrata dove non vi sia un'eccedenza di carne, ad esempio e dove tutti gli alimenti siano presenti in quantità adeguate, soltanto bisognerà diminuire i grassi ed i carboidrati che hanno un numero maggiore di kcal ed altri sgradevoli effetti.

Per non patire i morsi della fame

  • E' importante fare piccoli e frequenti pasti durante il giorno: i tempi di digestione e la glicemia non sono proporzionali al cibo assunto, inoltre una glicemia alta, dovuta a pasti abbondanti, causerà anzitempo una sensazione di fame vorace. Indicativamente, per una donna, è consigliabile restare intorno alle 400 Kcal a pasto (150 gr. cotti di pasta + pomodoro, 3/4 di cucchiaio di olio, 1 mela grande), per gli uomini bisogna ovviamente aumentare le calorie e, per tutti, occorre  tener conto dell'attività e della corporatura. Non si deve mai scendere sotto le 1000 Kcal.

  • I carboidrati vanno consumati preferibilmente al mattino ed a pranzo per avere una carica di energia a lungo termine.

  • Iniziare ogni pasto con una porzione di verdura o frutta che danno un senso precoce di sazietà.

  • Non aspettare i crampi della fame, ma intervenire subito con una piccola porzione di verdura.

  • Se non sussistono controindicazioni, consumare cibi integrali, anche se non ne sconsiglio un uso massiccio per altri problemi, ma essi permettono un minor assorbimento dei grassi e saziano piacevolmente.

Regole Generali

  • Per non incorrere nello scoramento, porsi piccoli obiettivi come la perdita di pochi chili per volta, così da non attendere a lungo un risultato troppo difficile da ottenere.

  • Ricercare nuovi interessi che possano catturare l'attenzione, impegni gratificanti, distrazioni che non lascino pensare troppo spesso al cibo.

  • Accettare inviti a pranzo e cena solo una volta la settimana, per spezzare l'adattamento del metabolismo che tende a rallentare, ma cercare di resistere alla tentazione di abbuffarsi.

  • Durante il giorno di libertà culinaria praticare più sport o attività ricreative.

Revisione 28 Dicembre 2015 - Nuove informazioni

  • Coricarsi presto la sera, intorno alle ore 23,00, per evitare attacchi di fame che si presentano dopo tale orario. Durante la vita attiva giornaliera, inoltre, c'è meno tempo per pensare al cibo perché non si ozia davanti al televisore, col passare dei giorni si dovrebbe notare un calo generale degli stimoli della fame.

  • I dolci consumano le vitamine B apportatrici di benessere nervoso ed energia: questo significa che la stanchezza e il nervosismo accompagneranno i nostri pasti troppo ricchi di carboidrati semplici (zucchero, caramelle, dolci), impedendoci di praticare una regolare attività fisica. Nei supermercati LIDL esistono integratori con vitamine B associate alla vitamina C, anch'essa utile al buonumore ed alla produzione di energia.

  • Il fruttosio ed i dolcificanti non saziano: per questo motivo li ho eliminati, non ottenendo la soddisfazione che un semplice cucchiaino di zucchero (20 Kcal) riesce a procurare.

  • Il fumo consuma la vitamina C: come detto più sopra, quest'ultima aiuta il buonumore e da molta energia essendo un antiossidante; se non ne avremo a sufficienza, accuseremo una precoce stanchezza e saremo preda di malanni stagionali.

  • L'avena accelera il metabolismo e da una sferzata d'energia: consumata nei cereali del mattino aiuta a svolgere attività faticose con allegria e facilità.

  • Le marmellate dietetiche non soddisfano e non saziano: pur essendo buonissime, almeno per me, non sono abbastanza dolci e saporite da dare un senso di soddisfazione ed è difficile fermarsi ad una sola porzione.

  • Spegnere il desiderio di dolci con le noci: due noci forniscono 50 kcal, ho notato che saziano e tolgono la voglia di mangiare cibi dolci, spero che facciano a tutti lo stesso effetto.

Zuppa,Soufflé,Torta

I VANTAGGI DELLA CICCIA

 

Non sapevo che anche l'obesità producesse effetti benefici, invece mi sono dovuta ricredere quando, con l'aumento dei pochi chili che mi appesantivano, vedevo aumentare la mia forza, la resistenza alla fatica, mentre la pressione, che avevo sempre troppo bassa, si era normalizzata e mi sentivo proprio in gamba. Il motivo di tutto questo è la costante pressione che il grasso esercita sulla struttura scheletrica, provocando una specie di allenamento passivo che aumenta le dimensioni di ossa e muscoli, anche se questi ultimi richiedono un'ulteriore attività fisica per risultare tonici.

Devo pensare che le persone grasse godano di una salute migliore?

Beh, se escludiamo l'aumento del colesterolo, l'affaticamento del cuore, il respiro ansimante ad ogni sforzo, l'aumento della pressione, l'aumento degli scarti del metabolismo, occupato a nutrire tutto questa zavorra che ci portiamo addosso ed altri piccoli dettagli che qui tralascio, devo confessare che non mi sono mai sentita così allegra, soddisfatta, forte e resistente alle malattie di stagione come quando ero cicciottella!

 

Fate i Bravi!

Flory Butterfly

©Flory Brown
Pubblicazione: 22-12-08
Revisione: 28-12-15

Inizio